Passeggino o longboard? Quinny presenta il nuovo longboardstroller

di il 8 luglio 2015 in Bebè

Passeggino o longboard? Quinny presenta il nuovo longboardstroller
Pubblicita'

E’ possibile unire la comodità di un passeggino tradizionale e l’emozione del longboarding? Dopo due anni di intenso lavoro, Quinny è orgogliosa di annunciare il lancio ufficiale del Quinny longboardstroller – una soluzione eccezionale e sorprendente per i genitori. E’ divertente, veloce ed eco-friendly! Grazie alle innovazioni nell’ambito della sicurezza, questa idea audace si è evoluta in un prodotto unico, pronto ora a sfrecciare sulle strade d’Europa.

Libertà per i genitori, divertimento per i bambini

La filosofia di ogni progetto Quinny è osare oltre i limiti, trovare nuove soluzioni all’insegna del motto “Walk your way”. Il longboardstroller ne è l’esempio più originale. Consente un approccio decisamente nuovo al movimento in città, offrendo la sensazione di libertà di un longboard e permettendo ai genitori di muoversi più velocemente e su maggiori distanze rispetto ad un passeggino tradizionale. Un insolito, divertentissimo modo di esplorare la città insieme ai più piccoli.

Tanto bello quanto funzionale

Collaborando con appassionati di longboard e genitori di tutto il mondo, Quinny ha sviluppato il prodotto fino alla sua produzione. La grafica e lo styling personalizzato conferiscono al Quinny longboardstroller un look unico: fantastico sia in funzione su strada che chiuso appoggiato al muro.

La sicurezza prima di tutto

Per Quinny la sicurezza di genitori e bimbi è sempre una priorità. Il Quinny longboardstroller è stato sviluppato, testato ed ottimizzato con accorgimenti intelligenti come il corrimano imbottito ed il freno manuale intuitivo per un migliore controllo. Omologato per l’uso all’interno dell’Unione Europea, non è progettato per altri Paesi come Nord America, Australia e Nuova Zelanda.

Il Quinny longboardstroller è disponibile in edizione limitata di 1000 pezzi a un prezzo di Euro 599 ed è spedito solamente nei Paesi dell’Unione Europea.

Stampa articolo

Commenta con i tuoi amici su Facebook