Camerette per bambini, design e gioco per LAGO

di il 24 febbraio 2016 in Cameretta

Camerette per bambini, design e gioco per LAGO
Pubblicita'

Per LAGO – azienda leader nel settore della produzione di arredi e nella progettazione olistica di tutti i luoghi del vivere – l’infanzia e l’adolescenza sono fasi preziose che occorre vivere in spazi di qualità totale, capaci di stimolare le facoltà di pensiero di chi li abita. Questo perché bambini e adolescenti sono il futuro della nostra società e occorre intercettarne bisogni e desideri per sviluppare progetti di senso a loro dedicati.

L’azienda considera da sempre il design come uno strumento di trasformazione sociale che ascolti e che, immaginando spazi vitali e vissuti, diventi proposta. Per questo il progetto non poteva esaurirsi in una semplice collezione di arredi, ma doveva abbracciare l’intero universo dei più piccoli. Favorire l’educazione alla bellezza e la passione per la vita sono solo due dei driver con i quali LAGO ha intrapreso il percorso dedicato allo sviluppo di una progettazione per bambini e ragazzi.

Con il supporto di un Comitato Scientifico – composto da Marnie Campagnaro, Virginio Briatore e BRH+ – operante a stretto contatto con Daniele Lago e il LAGO Design Team, l’azienda ha avviato un lavoro di ricerca in grado di proporre contributi di spessore culturale e nuovi punti di vista educativi e filosofici, utili alla definizione della nuova linea KIDS & YOUNG. LAGO ha quindi parlato e lavorato con bambini, ragazzi, genitori ed educatori, ha raccolto voci, disegni, parole, sogni e li ha trasformati in arredi.

“Il design oggi è una disciplina sempre più olistica e trasversale ed è per questo che nell’affrontare un tema progettuale riguardante i bambini e gli adolescenti abbiamo istituito un Comitato Scientifico.” – spiega Daniele Lago“Queste figure professionali, che gravitano anche al di fuori dell’ambito disciplinare del design, hanno lavorato assieme al Team Design per più di un anno. Il loro contributo ha dato spessore alla riflessione progettuale e culturale della nostra ricerca con punti di vista laterali, educativi e filosofici. Tutto questo per invitare noi adulti a tornare bambini investendo su una qualità totale, che favorisca nei giovani l’educazione alla bellezza e la passione per la vita.”

Da questo percorso è presto emerso come l’impatto emotivo della dimensione immaginifica sia vitale e strettamente connesso al mondo degli oggetti, che non devono essere un mero decoro, ma il punto di partenza di una valida azione educativa.

camerette-lago-04

I nuovi spazi Kids & Young sono progettati per dare qualità totale alla stanze di bambini e ragazzi dai 6 ai 30 anni, affinché li accompagnino durante tutto il processo del diventare adulti e anche oltre. La “cameretta LAGO” è un “pianeta” sul quale vivere storie straordinarie; sono spazi disegnati con materiali nobili come il legno Wildwood, realizzati per ispirare, sognare e coltivare la sensibilità in un percorso di crescita progressivo, graduale e non forzato.

Ma, come espresso nella filosofia LAGO INTERIOR LIFE, per l’azienda sono importanti anche tutti quei luoghi in cui scorre la vita. Non solo le abitazioni, ma tutto il mondo esterno alla camera dei ragazzi, in cui bambini e adolescenti, sviluppano la loro personalità, giorno dopo giorno, come asili, scuole, ospedali, biblioteche, librerie, ludoteche e strutture ricreative.

È stato dunque immediato traslare le riflessioni sviluppate in oltre un anno di ricerca, in questi luoghi di condivisione e di formazione. Il primo passo di questo percorso è avvenuto lo scorso dicembre con l’inaugurazione a Firenze de L’Oltrarno, Scuola di Alta Formazione del Teatro della Toscana, diretta da Pierfrancesco Favino. Un incontro di vedute tra Pierfrancesco Favino e Daniele Lago che li ha portati a progettare insieme un nuovo modello di scuola utilizzando design e cultura come strumenti per attivare situazioni vitali. Tutti gli spazi comuni della scuola L’Oltrarno sono stati progettati con l’obiettivo condiviso di creare ambienti accoglienti che devono farsi strumento per stimolare creatività e condivisione.

Un secondo importante passo è stata la progettazione dell’Aula Scomposta del Liceo Lussana di Bergamo nell’ambito del progetto ImparaDigitale che vuole diffondere l’idea del cambiamento necessario alla scuola in relazione ad una società digitale: aule multicolori per una scuola multietnica, dove la diversità è arricchimento, scambio, contaminazione. Una scuola accogliente e confortevole come una casa con tavoli modulari che si combinano fra loro per creare situazioni differenti, dalla didattica tradizionale a quella laboratoriale. Un ambiente di apprendimento innovativo in cui design, sapere ed esperienza si incontrano.

 

Pinterest

Stampa articolo

Commenta con i tuoi amici su Facebook