Ritorna la maratona Telethon, dall’8 al 14 dicembre: le storie dei bambini curati

di il 6 dicembre 2014 in Eventi

Ritorna la maratona Telethon, dall’8 al 14 dicembre: le storie dei bambini curati
Pubblicita'

Dall’8 al 14 dicembre sulle reti Rai appuntamento con la 25esima edizione della maratona televisiva Telethon a sostegno della ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare.

Momento principale della maratona sarà il charity show “IO ESISTO”, in prima serata su Rai uno venerdì 12 dicembre, a partire dalle 21.10, condotto da Fabrizio Frizzi, Flavio Insinna, Massimo Giletti e Cristina Parodi.

Sabato e domenica 13 e 14 dicembre in circa 2000 piazze italiane sarà possibile con una donazione minima di 10 euro ricevere un maxi cuore di cioccolato, a latte o fondente e sostenere la ricerca Telethon. Dal 1° al 16 dicembre è attivo il numero solidale 45501.

Filo conduttore della maratona 2014 è la campagna “La nostra maratona è #ognigiorno” dal messaggio lanciato da tutti i protagonisti di Telethon, malati, famiglie, ricercatori, donatori.

Dalla sua fondazione Telethon ha investito in ricerca oltre 420 milioni di euro. Ad oggi grazie a Telethon sono state messe a punto terapie per alcune malattie rare prima considerate incurabili (ADA-Scid, leucodistrofia metacromatica e sindrome di Wiskott Aldrich) e trattati 30 bambini provenienti da tutto il mondo.

LE STORIE DEI BAMBINI CURATI GRAZIE A TELETHON

Grazie ai fondi raccolti in questi anni Telethon ha messo a punto terapie per la cura di alcune malattie genetiche rare e molti sono i bambini che oggi arrivano in Italia da tutto il mondo per poterne beneficiare. Tra loro:

Mohamad, un bambino colpito da una rara malattia genetica, la leucodistrofia metacromatica è stato il primo bambino al mondo a essere trattato con la terapia genica messa a punto da Luigi Naldini all’Istituto San Raffaele Telethon per la terapia genica (Tiget) di Milano.

Ana Carolina, una bimba di 3 anni brasiliana affetta da leucodistrofia metacromatica: per lei oggi esiste una speranza di cura.

Arseniy è un bimbo russo affetto dalla sindrome di Wiskott-Aldrich venuto in Italia per la prima volta nel 2012 per sottoporsi alla terapia genica al Tiget di Milano.

Pinterest

Stampa articolo

Commenta con i tuoi amici su Facebook