Brooks Brothers e i calciatori dell’Inter insieme per un evento a Milano dedicato ai bambini

di il 28 novembre 2014 in Eventi

Brooks Brothers e i calciatori dell’Inter insieme per un evento a Milano dedicato ai bambini
Pubblicita'

Brooks Brothers è l’apparel brand che da anni ha a cuore i bambini di Make-A- Wish; nell’appuntamento annuale, il marchio americano si impegna a realizzare un desiderio, senza limiti alla fantasia. Every child is a champion è l’occasione per alcuni baby campioni di esibirsi in un football match tutto particolare; si sfideranno infatti con i propri idoli della squadra dell’Inter, di cui Brooks Brothers è sponsor ufficiale per l’abbigliamento.

Eccezionali sfidanti di questa serata saranno Osvaldo, Ranocchia, Handanovic e Hernanes. Lo store di via S. Pietro all’Orto, a Milano, vi invita il 2 dicembre 2014, insieme a Brooksie e Brooke, teneri orsacchiotti che potranno essere acquistati durante l’evento; il ricavato verrà devoluto a Make-A-Wish Onlus.

Protagonisti: passione, emozione e divertimento. Un mini campo da calcio sarà allestito, per testimoniare che ogni bambino è un piccolo campione!!! Realizzare i sogni dei più piccoli è l’obiettivo di Brooks Brothers, presenza costante nelle iniziative dell’associazione benefica.

Make-A-Wish Italia Onlus è affiliata a Make-A-Wish Foundation International, fondata negli Stati Uniti nel 1980, ed oggi presente in 50 Paesi nel mondo, con più di 32.000 volontari e oltre 334.000 sorrisi accesi. Un desiderio esaudito per un bimbo affetto da gravi malattie, non è solo un momento di gioia, ma spesso ha anche un incredibile impatto positivo dal punto di vista clinico, come spiega Keith Goh, neurochirurgo pediatrico e Past President del Consiglio direttivo di Make-A- Wish International.

In Italia, l’associazione nasce a Genova nel 2004, ed è presente su tutto il territorio nazionale attraverso un network di circa 250 volontari operativi e collabora oggi con i più importanti ospedali pediatrici e cliniche oncologiche del nostro paese.

Regala anche tu un sorriso a un bambino.

Stampa articolo

Commenta con i tuoi amici su Facebook